IL RE E’ NUDO

coltivazione-cura-petunie1-1440x564_c

Il falso mito della sicurezza dell’ospedale per il parto normale

Alla luce degli ultimi articoli usciti sul parto in casa e sulla sua discutibile sicurezza, ventilata dall’ordine dei pediatri, vi invito a leggere questo interessantissimo articolo scritto da Verena Schmid, pubblicato su “Nascita e Vita Consapevole”. Verena, riconosciuta tra le grandi maestre di ostetricia italiane, ha fondato e condotto per tanti anni la Scuola Elementale di Arte Ostetrica a Firenze. Attraverso il percorso storico dell’assistenza alla nascita e il suo evolversi, vediamo come il modello medico del parto ospedaliero nonostante le sue promesse di sicurezza e  riduzione del dolore, stia in realtà contribuendo ad aumentare la paura collettiva del parto, attribuendo in tutti i modi possibili patologia e malessere ad un evento fino a prova contraria, naturale e fisiologico; sta rendendo le donne incapaci di partorire, sminuendole e sostituendosi alla  loro capacità innata di svolgere questa funzione, attraverso protocolli strettissimi e prassi assistenziali a volte simili a bollettini di guerra…
Nel fare un punto, dopo trent’anni di assistenza nel parto a domicilio e il confronto con le colleghe di tutta italia (circa un centinaio operanti nello stesso settore), ho potuto constatare che  molte più donne di quanto non si creda, hanno le risorse per partorire in casa: innanzitutto la motivazione personale, la consapevolezza e la grande determinazione le hanno accompagnate nel loro progetto in un clima di sicurezza  pari se non superiore a quello ospedaliero.
Ma cosa  rende sicuro Il parto in casa o in casa maternità?  Condivido le parole di Verena che rendono bene l’idea:

  • La professionalità di un’ostetrica in grado di condurre e sostenere una gravidanza, un parto fisiologici, ma anche con l’umiltà di riconoscere i propri limiti, quelli che la portano a richiedere un intervento medico quando  si rende necessario.
  • La continuità dell’assistenza dalla gravidanza all’esogestazione che permette di conoscere le risorse della donna e del bambino.
  • L’assistenza personalizzata con il coinvolgimento diretto della donna, la sua partecipazione attiva, in quanto esperta di sé stessa e del suo bambino.
  • La scelta informata e responsabile della donna e del suo partner. La loro consapevolezza.
  • Un’assistenza  conservativa che facilita i processi fisiologici in gravidanza e nel parto.
  • L’uso di strumenti d’intervento non medici/farmacologici per contenere il dolore, ampliare il bacino, armonizzare i sistemi fisiologici, sostenere la donna a livello fisico, ambientale, decisionale, relazionale, emozionale…
  • L’integrazione con le cure mediche quando necessrio.
  • Un buon collegamento con un ospedale e i servizi di trasporto.

Ma vediamo dove ci conduce Verena!

Attenti, si nasce!!!
L’adrenalina schizza in alto, numerosi personaggi entrano in scena, incitamenti come sul ring del box confondono la madre che sta tentando di spingere fuori da sé il suo bambino, spesso distesa sulla schiena, esposta agli sguardi di tanti, impossibilitata a seguire il suo corpo.
Tra spintoni e tiraggi esce il bambino, applausi – e la platea si svuota, il bambino sparisce. Rimane una donna svuotata e sola sul suo lettino da parto.
Un parto naturale, esultano gli addetti ai lavori!

Silenzio, nasce un bambino!

Le luci si spengono, la donna, sostenuta dal suo partner, si accoccola a terra in un angolino che sente protetto e intimo e respira fuori il suo bambino, assecondando le spontanee spinte a onde del suo utero. Presente è solo l’ostetrica che vigila e assiste. Il bambino scivola fuori e viene accolto subito dalla madre sorretta dal padre. Il silenzio accoglie le prime espressioni vocali del bambino, che non sempre sono il pianto, le voci materne e paterne lo rassicurano e accolgono. Esplode la gioia, spesso accompagnata da una risata liberatoria. L’ostetrica rimane vigile e tiene fuori chi non c’entra niente con la scena.
Un parto normale, fisiologico, senza punti esclamativi.
continua…

Conferenza de “La Cicogna” con Proietti

Immagine

Mercoledì 23 novembre ore 18, negli spazi del #Lombroso16!, sarà presentata la terza conferenza della serie “ESSERE GENITORI OGGI”.
Luciano Proietti, pediatra, presenterà il suo libro: “I primi 1000 giorni”.
Partendo dal concepimento fino ai due anni di vita, gli autori danno preziosi consigli per formare e crescere i nostri figli in salute.

locandina-proietti

Luciano Proietti, lo conosco da molti anni, dall’85, credo, quando assistevamo i primi parti a domicilio e si cercava un pediatra per la visita ai neonati., una visita delicata, oltre che approfondita.
Ero abituata all’affaccendarsi sbrigativo degli ospedalieri, che prendevano i piccolini come fossero pupazzetti, rigirandoseli come pollastrelli, esplorandoli e auscultandoli con la rapidità e la decisione di chi svolge questo lavoro in modalità standardizzate, senza badare a pianti, tensioni, reazioni emotive….Quando lo vidi visitare i primi bimbi nati in casa, con gesti rispettosi e  delicati, fermandosi ad osservarli e ad ascoltarli, con uno sguardo che andava oltre… beh, non ebbi dubbi, sapevo di aver incontrato il padiatra che cercavo. E poi, sentire il suo pensiero sulla prevenzione a tavola, pensando a grandi e piccini, mi convinse, tanto che, adottando i suoi principi guarii da una fastidiosissima allergia!
Eccolo, ora, a presentarci il suo nuovo libro, “I primi 1000 giorni”, una riflessione sulla salute dal concepimento ai primi due anni… Si, perché la salute di un individuo inizia prima della nascita! Il testo è scorrevole e piacevole alla lettura, offre spunti di riflessione su cosa favorisce e mantiene la salute nel bambino, ma anche nella famiglia, attraverso indicazioni e suggerimenti relativi alla nutrizione e alla cura primaria.

attività e servizi a maggio e giugno

Prepariamoci al partoparto201
Percorso di accompagnamento al parto e alla nascita per futuri genitori
Sei incontri teorico-esperienziali;
da martedì 26 maggio h 20.30 – 22.30
a partire dal 6° mese
Presso Studio Yoga Sabrina Querella, via Principi D’Acaja 22
Iscrizioni: 328.3072876  dal lunedì al venerdì 9-12 gaudenzia.caselli@gmail.com

 

Schermata 2014-10-30 a 09.12.09La salute del perineo in gravidanza:
come prevenire le lacerazioni nel parto
4 incontri per conoscerlo, sentirlo e attivarlo, prevenire prima, prendersene cura dopo. Per averlo tonico e resistente, morbido ed elastico…anche dopo il parto.

Due possibilità a scelta:
da giovedì 4 giugno h 10.30 – 12.30
• da mercoledì 27 maggio h 16.30 – 18.30
presso lo studio di via Catania 24. Info. 3283072876

 

imgres-Versione-33Massaggio Shantala per mamme e bimbi
Shantala è un antichissimo massaggio che le mamme indiane dedicano quotidianamente ai loro bimbi fin dai primi giorni dopo la nascita….
Cinque incontri di due ore  a partire da

mercoledì 27 maggio 2015 h 14 -16  
per massaggiare i nostri figli,  far due chiacchiere sul prendersi cura.. di te e del tuo bambino, rilassarsi.
presso lo studio di via Catania 24.
info e iscrizioni: 3283072876  gaudenzia.caselli@gmail.com

Schermata 2015-03-15 a 23.37.10Mammeinsieme
Avete un bambino piccolo e vorreste condividere con altre mamme la gioia, le ansie e le preoccupazioni, scambiare informazioni e idee? Mammeinsieme è un piccolo gruppo di mamme, con bimbi 0 – 12 mesi, che si incontrano con l’aiuto di una facilitatrice, in un clima di accoglienza e di ascolto reciproco, favorendo la creazione di reti di solidarietà tra famiglie.
I gruppi, realizzati con l’associazione La Cicogna, s’incontrano presso l’accogliente sala di via Catania 24: tappeti, cuscini, una fetta di torta e il tè favoriscono il dialogo, la vicinanza ai bimbi e la nascita di piccoli laboratori di creatività sociale. Le partecipanti contribuiscono alla merenda e al riordino dello spazio.
Al martedì ogni 15 giorni, dalle 14 alle 15.30
prossimo appuntamento: 26 maggio 2015
Conducono: Gaudenzia Caselli, ostetrica
Marzia Andretta, doula.
INIZIATIVA GRATUITA ma è obbligatorio
confermare presenza: 3283072876 – 3339871669

 

Schermata-2014-10-26-a-18.02.53SOS mamma
Un luogo per raccontarsi, essere ascoltata, capire insieme cosa può aiutarti… gravidanza e nascita,  modi e luoghi per partorire, paura del dolore, allattamento, svezzamento, salute femminile, sessualità, contraccezione, prevenzione tumori, salute del perineo, menopausa, e altro ancora…
Spazio di ascolto e consulenza ostetrica
presso lo spazio de La Cicogna di via Catania 24
Al lunedì dalle 15  alle 16.30  
su prenotazione: 3283072876  da lunedì a venerdì h 9-12
INIZIATIVA GRATUITA!!!

Massaggio Shantala per mamme e bimbi

Shantala, Il massaggio dei neonati è un’arte antica e profonda. Semplice ma difficile, difficile perché semplice. Come tutto ciò che è profondo.
Cinque incontri di due ore.
da mercoledì 25 febbraio 2015 h 14.30 – 16.30 (sessione pomeridiana)
e da mercoledì 11 marzo h 10.30 – 12.30 (sessione mattutina)
per apprendere il massaggio, per dedicarci alla cura di noi mamme e dei nostri bambini.
presso The Milkbar Torino, via Bodoni 7/G
info e iscrizioni: 3283072876
Schermata 2014-10-29 a 23.37.45

Pensando al parto…

sala parto 1Tre incontri sul tema della nascita: ecco il secondo appuntamento
I LUOGHI DELLA NASCITA
Proiezione del film “Freedom for Birth” sul diritto che ogni donna ha di scegliere dove e come partorire. Dibattito e riflessione su condizionamenti e paure legate all’assistenza.
La realtà di Torino e dintorni.

INGRESSO LIBERO
Virginia Guerra, ostetrica
Valerie Useo, ostetrica
Gaudenzia Caselli, ostetrica
Marzia Andretta, Doula
Giovedì 4 dicembre 2014   h 18  Presso The Milk Bar via Bodoni 7/g Torino
Posti limitati, per favore confermare presenza: 3283072876